UNESCO - Parco della val d'orcia
2117
page-template-default,page,page-id-2117,eltd-core-1.0.3,,valdoricatheme-child-ver-1.0.0,borderland-ver-1.9, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

UNESCO

Il Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia è presente nella lista dei siti UNESCO come paesaggio culturale. Questo riconoscimento è stato assegnato nel 2004 dal Comitato del Patrimonio Mondiale per l’eccellente stato di conservazione del paesaggio, figlio di intelligenti interventi dell’uomo, e per l’influenza che ha avuto sugli artisti del Rinascimento.

Criteri

La Val d’Orcia viene iscritta dal Comitato del Patrimonio Mondiale, nella lista dei siti UNESCO come paesaggio culturale nel 2004 sulla base dei seguenti criteri:

Criterio (IV)
La Val d’Orcia è un eccezionale esempio del ridisegno del paesaggio del preRinascimento, che illustra gli ideali del buon governo e la ricerca estetica che ne ha guidato la concezione.

Criterio (VI)
Celebrata dai pittori della Scuola senese, la Val d’Orcia è divenuta un’icona del paesaggio che ha profondamente influenzato lo sviluppo del pensiero paesistico.

Impegno

Essere riconosciuti come sito UNESCO è un grande onore ma comporta anche una serie importante di responsabilità che servono a garantire questo riconoscimento.

L’impegno principale è quello di conservare i beni per le generazioni future, garantendo attività di tutela e allo stesso tempo di valorizzazione dei luoghi, di cultura e tradizione.

I Comuni facenti parte del Parco Artistico, Naturale e Culturale della Val d’Orcia rinnovano ogni giorno con piccole attività l’impegno preso, crescendo costantemente insieme al proprio territorio, coscienti della grande eredità da preservare.

News