Il Parco
2054
page-template-default,page,page-id-2054,eltd-core-1.0.3,,valdoricatheme-child-ver-1.0.0,borderland-ver-1.9, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,transparent_content,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Il Parco

Artistico, Naturale e Culturale

Arte

La Val d’Orcia è stata amata e celebrata dai pittori della Scuola Senese, i quali con le proprie opere testimoniano i periodi fiorenti per la valle e il buon vivere Toscano.

Attraverso l’arte è possibile rivivere l’età rinascimentale, epoca di cui la Val d’Orca e la Toscana ancora oggi possono vantarsi.
Le testimonianze pittoriche vivono ancora nei quadri e negli affreschi, mentre le architetture abitano ancora i borghi antichi come nel passato, creando panorami suggestivi.

Natura

La campagna e le colline sono le icone del paesaggio valdorciano, caratterizzate da elementi e ambienti che raccontano le interazioni fra uomo e natura.

Il risultato dell’unione di questi elementi è un panorama affascinante dove l’agricoltura, fra campi coltivati, prati dediti alla pastorizia e variopinti vigneti, si intreccia con tranquilli casolari collegati con strade bianche, filari di cipressi e zone naturali con particolari forme geologiche. Con ancora visibili i segni di antichi depositi marini, il paesaggio della Val d’Orcia offre allo spettatore immagini di epoche lontane.

Cultura

Nella Val d’Orcia c’è una grande concentrazione di beni architettonici e artistici, che contribuiscono a farne un sito culturale di rilevanza mondiale.

I cinque comuni sono caratterizzati da strutture urbane ed extraurbane collocabili in contesti storici appartenenti all’epoca medievale e rinascimentale. Caratteristici sono anche gli arredi architettonici e artistici che arricchiscono il valore culturale di questi luoghi.
Oltre ai cinque capoluoghi comunali della valle Castiglione d’Orcia, Montalcino, Pienza, Radicofani, e San Quirico d’Orcia, la presenza di numerosi borghi fortificati ed insediamenti civili e religiosi crea una rete di riferimenti storici, artistici, architettonici ed ambientali.